Integratore per il fegato

Integratore per il fegato: consigli d’uso e principi attivi più utili

Assumere un integratore per il fegato non è una scelta banale.

Vai a lavorare su uno degli organi chiave per il nostro benessere. I problemi a livello epatico hanno conseguenze gravi. La prevenzione su questo fronte è essenziale.

Dieta, attività fisica e integrazione rappresentano il primo intervento per proteggere la salute del fegato.

Ne parliamo in dettaglio qui sotto.

Prima ti spiego il ruolo chiave del fegato per l’attività del nostro organismo. E poi ti indico gli integratori migliori con cui proteggerne la salute.

Come funziona il fegato

Il fegato è la più grande ghiandola del corpo umano, e svolge un ruolo chiave nelle sue attività metaboliche (la scomposizione degli alimenti nelle sostanze necessarie per la nostra vita).

In particolare si occupa di:

  • immagazzinare il glicogeno, la molecola a base di glucosio che l’organismo usa come fonte d’energia,
  • la sintesi delle proteine del plasma, ovvero una delle componenti chiave del sangue,
  • e la rimozione delle sostanze tossiche dal sangue.

Tutte queste funzioni sono essenziali non solo per il benessere, ma proprio per la nostra sopravvivenza.

Per questo un fegato intossicato o anche solo affaticato è un segnale da non trascurare.

Il ruolo dell’alimentazione nella salute del fegato

L’alimentazione è il punto di partenza per la salute del fegato.

Le principali fonti di rischio sono:

  • consumo eccessivo di alcolici,
  • una dieta troppo ricca di carboidrati, o grassi,
  • alimenti fritti, con troppi additivi inutili (coloranti, conservanti, etc.).

Questo non si traduce in “mangia solo pollo, pesce, o altri alimenti proteici”.

Carboidrati e grassi NON sono il male, anzi ne hai bisogno, ma alle giuste dosi. Anche le bevande alcoliche risultano tollerabili, se le consumi senza eccessi.

Quindi, per prima cosa, confrontati con il tuo medico di fiducia per impostare una dieta equilibrata.

I farmaci e la salute del fegato

Uno dei ruoli chiave del fegato è la sua funzione di depurazione del sangue dalle sostanze tossiche.

I farmaci rientrano nella categoria. Mi spiego meglio.

I medicinali servono. In caso di malattia, ti consulti col medico e se necessario assumi dei farmaci.

La loro funzione è nel complesso positiva o addirittura indispensabile per la tua salute.

Ma, il fegato deve occuparsi della loro eliminazione dal sangue. Non si tratta di sostanze “utili” in condizioni normali. Le usiamo per necessità. E l’organismo cerca di liberarsene il prima possibile.

Ora in genere questo non rappresenta un problema. Ma se per qualsiasi motivo l’assunzione di certi farmaci diventa regolare, il fegato rischia un affaticamento. È un processo graduale e varia da persona a persona. Non fasciarti la testa per niente, ma tieni in considerazione questo aspetto.

Troppi farmaci nel tempo non sono un toccasana per il fegato, anzi.

Quando assumere un integratore per il fegato

Ha senso assumere un integratore per il fegato quando si genera una situazione di affaticamento di quest’organo.

I segnali da considerare sono:

  • stanchezza frequente sia a livello fisico che mentale,
  • cattiva digestione con sintomi come gonfiore, dolore addominale, diarrea o stitichezza,
  • pelle secca e spenta.

In più valuta un integratore quando ti trovi ad assumere farmaci con regolarità o in quantitativi importanti.

Come scegliere un integratore per il fegato

In generale, considera la situazione con il tuo medico di fiducia. Il fegato è uno degli organi più importanti per la tua salute. Devi proteggerlo al meglio delle tue possibilità.

Oltre a questo considera con attenzione un integratore nel suo complesso.

I principi attivi sono essenziali, e li analizziamo tra un attimo. Ma spesso in un integratore ci sono anche altre sostanze come coloranti, dolcificanti, etc. Si tratta di eccipienti.

Servono per migliorare la presentazione di un integratore, ma sono inutili per la tua salute. Anzi, nel caso specifico del fegato, lo obbligano a un lavoro extra per la loro eliminazione.

Quindi se possibile, scegli un integratore privo di eccipienti.

Questo è il motivo per cui in quasi tutti i nostri prodotti usiamo formulazioni con capsule vegetali e zero additivi. Un benessere di alto livello si genera lavorando a 360° sulla salute dell’organismo.

Principi attivi utili come integratore per il fegato

In realtà qui ce ne sono un sacco. Ti segnalo quelli che in base alle nostre analisi offrono i migliori benefici per il benessere del fegato.

Si tratta di sostanze naturali. Puoi assumerle con la dieta.

Per una depurazione efficace del fegato però, ti conviene integrare l’alimentazione con delle formulazioni concentrate di queste sostanze.

Tè verde

Questo è un punto cardine di qualsiasi trattamento depurativo. Permette al fegato di migliorare il metabolismo dei grassi e degli zuccheri.

Il tè verde ha anche una funzione antiossidante, e di questo ti parlo meglio nel prossimo capitolo.

Cardo mariano

Il cardo mariano stimola la secrezione della bile. Si tratta di un fluido prodotto dal fegato e conservato nella cistifellea.

È essenziale per il metabolismo. Se il fegato ne produce in quantità sufficienti la digestione è più rapida e meno faticosa.

Il cardo mariano inoltre fornisce la silimarina, una sostanza che protegge il fegato contro le tossine chimiche.

Estratto di melograno

Apporta all’organismo acido ellagico. Questa sostanza ha una funzione depurativa a livello epatico.

In più è ottimo anche per la salute dei reni.

Stress ossidativo e integratori antiossidanti per il fegato

Lo stress ossidativo è una condizione particolare dell’organismo con possibili conseguenze negative per il fegato.

Si genera quando nel nostro corpo ci sono troppi radicali liberi, ovvero forme reattive di ossigeno. Questo apre la porta a un’enciclopedia di dettagli.

Quelli importanti per capirci sono questi:

  • l’ossigeno è essenziale per la vita umana,
  • all’interno del nostro corpo questa sostanza subisce varie trasformazioni, e in alcuni casi genera dei radicali liberi,
  • in una situazione normale non è un problema,
  • ma la presenza di troppi radicali liberi causa scompensi di ogni tipo.

L’organismo produce in modo naturale o tramite l’alimentazione vari antiossidanti. Questi controbilanciano la presenza dei radicali liberi. Ma un’alimentazione sbilanciata o anche il semplice invecchiamento riducono le nostre riserve di antiossidanti.

Questo ha effetti negativi anche sul fegato. Ne riduce l’efficacia con conseguenze negative per tutto il nostro benessere.

Per questo agli integratori per la depurazione del fegato si associano anche degli antiossidanti.

Il tè verde rientra in questa categoria come ti anticipavo più sopra. Ma il più importante è l’acido alfa-lipoico.

Si tratta di un potente antiossidante presente soprattutto nel fegato. Oltre a questa funzione facilita anche il metabolismo di carboidrati e grassi.

Per questo rappresenta un valido integratore per il fegato.

Miglior integratore per depurare il fegato

“Migliore” è sempre un termine pericoloso.

L’integrazione giusta si basa sulle tue esigenze specifiche. Per questo il confronto con il tuo medico è un passaggio chiave.

Fatta questa premessa, tra gli integratori di Vitalunga quello più mirato alla depurazione del fegato è Radical Crush.

Va a lavorare sull’eliminazione dei radicali liberi in eccesso. Contiene un mix di principi attivi utili a questo scopo, in particolare:

  • cardo mariano,
  • estratto di melograno,
  • e acido alfa-lipoico.

In più è privo di eccipienti inutili, quindi non sottopone il fegato a un lavoro extra e inutile.

La stanchezza è una costante delle tue giornate?

Scopri come recuperare le energie di cui hai bisogno nel nostro corso gratuito via email.

Nessun Commento

Scrivi un Commento

Apri Chat
Vuoi parlare con un nostro consulente?
Scan the code
Ciao 👋🏼,
necessiti di informazioni o di una consulenza gratutita? Scrivici.
Vuoi uno sconto sul tuo primo acquisto? Usa il coupon sconto5benvenuto durante la fase di pagamento.
[]