Integratori antistress: cosa sono?

Molto spesso durante periodi di stress intenso si ricorre ad integratori che combattano questa situazione, permettendoci di vivere in modo più lucido le giornate. In genere questi integratori lavorano su alcuni meccanismi che generano situazioni di rilassamento, benessere mentale e migliorano le funzionalità del sistema nervoso.

Nello specifico gli integratori antistress sono piante o estratti, come la rodiola rosea o il ginseng indiano, che hanno funzioni toniche e adattogene. Possono anche essere vitamine (come la vitamina B5 – acido pantotenato), la schisandra o il 5-htp, che svolgono funzioni importanti legate alla diminuzione dello stress.

Come combattere lo stress

Accanto ad alcune soluzioni comportamentali (non prendersela troppo per le situazioni che si vivono, fare movimento, meditazione, dormire bene e limitare l’uso di farmaci, alcol, sigarette e dolci), esistono dei modi per diminuire lo stress negativo che può, nel lungo periodo, portare a complicazioni anche gravi del proprio stato di salute. Uno di questi è rappresentato dall’inserimento di elementi naturali nella propria vita: vitamine, come la vitamina C, minerali (magnesio, ferro, selenio), ed erbe che contribuiscono in modo significativo al miglioramento del tono dell’umore (rodiola rosea, schisandra). L’utilizzo, anche solo per periodi limitati di integratori antistress, può contribuire al miglioramento della qualità della vita.

Le giuste piante per affrontare situazioni che generano stress

Accanto alle varie strategie necessarie per affrontare bene la giornata (come un buon sonno ristoratore, legato alla melatonina ed alla diminuzione del cortisolo), ci sono due estratti che possono rivelarsi davvero utili nella gestione dello stress mentale, del rilassamento e dello stress psicofisico. In particolare, la Rodiola Rosea, una pianta con azione adattogena, è universalmente riconosciuta come pianta in grado di aumentare la resistenza alla fatica e di normalizzare le funzioni del corpo quando si presentano situazioni di stress mentale (lavori di ufficio, studio, preparazione di esami) e fisico (lavori impegnativi, manuali). L’altro elemento di supporto in situazioni di stress psicofisico che si è rivelato davvero utile è un preparato a base di una pianta largamente diffusa nel mediterraneo, la ashwagandha, che è utilizzata da utilizzare per proteggere il sistema immunitario, combattere gli effetti dello stress, migliorare la memoria e la concentrazione, ridurre l’ansia e diminuire i livelli di colesterolo.

Integratori contro lo Stress - Vitalunga

Integratori contro lo stress
Ad ognuno di noi è capitato di attraversare dei momenti o dei periodi di stress, in cui capacità come la concentrazione, la lucidità mentale e la capacità di prendere decisioni con piena coscienza vengono un po’ meno, oppure ci si sente stanchi e spossati a causa delle continue richieste delle situazioni che viviamo. Esistono per fortuna dei modi per combattere lo stress efficacemente.

Integratori antistress: cosa sono?

Molto spesso durante periodi di stress intenso si ricorre ad integratori che combattano questa situazione, permettendoci di vivere in modo più lucido le giornate. In genere questi integratori lavorano su alcuni meccanismi che generano situazioni di rilassamento, benessere mentale e migliorano le funzionalità del sistema nervoso.

Nello specifico gli integratori antistress sono piante o estratti, come la rodiola rosea o il ginseng indiano, che hanno funzioni toniche e adattogene. Possono anche essere vitamine (come la vitamina B5 – acido pantotenato), la schisandra o il 5-htp, che svolgono funzioni importanti legate alla diminuzione dello stress.

Come combattere lo stress

Accanto ad alcune soluzioni comportamentali (non prendersela troppo per le situazioni che si vivono, fare movimento, meditazione, dormire bene e limitare l’uso di farmaci, alcol, sigarette e dolci), esistono dei modi per diminuire lo stress negativo che può, nel lungo periodo, portare a complicazioni anche gravi del proprio stato di salute. Uno di questi è rappresentato dall’inserimento di elementi naturali nella propria vita: vitamine, come la vitamina C, minerali (magnesio, ferro, selenio), ed erbe che contribuiscono in modo significativo al miglioramento del tono dell’umore (rodiola rosea, schisandra). L’utilizzo, anche solo per periodi limitati di integratori antistress, può contribuire al miglioramento della qualità della vita.

Le giuste piante per affrontare situazioni che generano stress

Accanto alle varie strategie necessarie per affrontare bene la giornata (come un buon sonno ristoratore, legato alla melatonina ed alla diminuzione del cortisolo), ci sono due estratti che possono rivelarsi davvero utili nella gestione dello stress mentale, del rilassamento e dello stress psicofisico. In particolare, la Rodiola Rosea, una pianta con azione adattogena, è universalmente riconosciuta come pianta in grado di aumentare la resistenza alla fatica e di normalizzare le funzioni del corpo quando si presentano situazioni di stress mentale (lavori di ufficio, studio, preparazione di esami) e fisico (lavori impegnativi, manuali). L’altro elemento di supporto in situazioni di stress psicofisico che si è rivelato davvero utile è un preparato a base di una pianta largamente diffusa nel mediterraneo, la ashwagandha, che è utilizzata da utilizzare per proteggere il sistema immunitario, combattere gli effetti dello stress, migliorare la memoria e la concentrazione, ridurre l’ansia e diminuire i livelli di colesterolo.

Apri Chat
Vuoi parlare con un nostro consulente?
Scan the code
Ciao 👋🏼,
necessiti di informazioni o di una consulenza gratutita? Scrivici.
Vuoi uno sconto sul tuo primo acquisto? Usa il coupon sconto5benvenuto durante la fase di pagamento.
[]